• Caphi

Accueil  Publications  Platone. Simposio

Angelo Giavatto (traduction et notes) & Simonetta Nannini (introduction)

Platone. Simposio

lundi 30 juin 2008, Angelo Giavatto


Extrait de la présentation des auteurs :

« Il Simposio, forse il dialogo platonico più famoso, è di certo il più accuratamente costruito per quanto concerne invenzione del contesto e ritratto dei personaggi, struttura, scelte linguistiche, il tutto finalizzato all’espressione di un pensiero filosofico arduo, talora vertiginoso. La cifra fondamentale si direbbe quella dell’opposizione esterno/interno. Come Socrate appare duplice, esteriormente simile a un Sileno, interiormente ‘divino’, così duplice valenza hanno le sue parole, povere, ripetitive e quasi banali in apparenza, ancora una volta ‘divine’ a ben comprenderle. E duplici sono i discorsi dei ‘sapienti’ presenti al simposio : magniloquenti, affascinanti, arcaizzanti o moderni, e al tempo stesso inficiati da omissioni ed errori di prospettiva. Duplici sono altresì la strutturazione del Simposio fra cornice (prologo ed epilogo) e parte centrale, il tono, serio e comico ad un tempo, il lessico, ora nobile e tragico (comicamente esagerato), ora colloquiale o addirittura comico (con una sottile vena di angosciosa allusività), il tema stesso del dialogo, ambiguamente dedicato ad Eros come dio e come sentimento, che a sua volta si sostanzia prima in desiderio di bellezza, poi di bontà, di immortalità, di felicità. Che l’essere mortale, fisicamente limitato, abbia in sé una tensione all’immortalità, da perseguirsi secondo due linee di generazione, fisica e mentale, è infine, dell’opposizione esterno/interno, la forma estrema.
Se Socrate, come Eros, è un demone, un tramite fra gli uomini e gli dei, Platone è anch’egli un demone, un vero traghettatore fra la generazione di Socrate, la sua e le infinite generazioni che ad essa sono succedute e succederanno, dotato della medesima capacità di fascinazione, pericolosamente attraente, del maestro »

Collection Classici greci e latini, Siena, Barbera, 2008, 238 p., ISBN 8878991996




À propos de l'auteur :

Maître de conférences. Philosophie ancienne.


Courrier électronique : Angelo Giavatto


Du même auteur :
  • Angelo Giavatto et Federico Santangelo

    La Retorica e la Scienza dell’Antico. Lo Stile dei Classicisti Italiani nel Ventesimo Secolo

    Between Rhetoric and Classical Scholarship. The Style of Italian Classicists in the Twentieth Century, Verlag Antike, Heidelberg, décembre 2013

    Angelo Giavatto
    Quale giudizio è possibile esprimere oggi riguardo allo stile di classicisti italiani vissuti nel ventesimo secolo, che influenzarono generazioni di studiosi nel proprio Paese e – in alcuni casi – all’estero ? E come può questa valutazione contribuire ad una mappatura delle letture del mondo antico che furono proposte nel secolo scorso ?
    Questa raccolta di saggi studia lo stile di cinque classicisti italiani, che ebbero un ruolo significativo nella disciplina e perseguirono differenti progetti (...)

  • Xavier Brouillette & Angelo Giavatto (éds.)

    Les dialogues platoniciens chez Plutarque. Stratégies et méthodes exégétiques

    Angelo Giavatto
    La question du platonisme de Plutarque constitue un sujet crucial tant pour les spécialistes de Plutarque que pour ceux qui s’intéressent à la réception ancienne de Platon. Alors que les publications précédentes sur cette question se sont concentrées sur la nature de la fidélité de Plutarque à la philosophie platonicienne et sur la façon dont les thèses platoniciennes sont présentées dans le cadre du médio-platonisme, le présent volume tente plutôt, à travers une approche polyvalente, de se concentrer sur (...)

  • Interlocutore di se stesso. La dialettica di Marco Aurelio

    Angelo Giavatto
    What concept of knowledge and moral development makes it possible to write to oneself addressing one’s own words ? And what kind of style characterizes the words we use to address the most intimate of all possible interlocutors, i.e. ourselves ? This book examines such problems in the light of Marcus Aurelius’s Meditations. The first part looks at the theoretical background of the emperor’s writing - his view of philosophy and knowledge in relation to practical ethics and to Stoic philosophy. In (...)


Haut de page up

rechercher sur le caphi


aide & repérage

logouniv       Le site du CAPHI est mis à disposition selon les termes de la licence Creative Commons Paternité - Pas d'Utilisation Commerciale - Pas de Modification 2.0 France.      Contrat Creative Commons